Stampante 3D: Prezzo, Recensioni ed Offerte [2018]

maker bot replicator 2

Ne abbiamo sentito parlare diffusamente ma ancora non abbiamo una idea precisa né del loro utilizzo, né del loro funzionamento?

Non c’è problema: scopriamo insieme tutto quel che c’è da sapere sulle Stampanti 3D e scopriamo anche quale utilizzo possiamo fare di questo nuovo strumento che, con lo sviluppo tecnologico degli ultimi anni, ha oramai prezzi davvero accessibili.


Stampanti 3D a confronto

La scelta della stampante 3D è piuttosto complicata dal momento che sul mercato sono disponibili un'incredibile numero di modelli. Dopo aver esaminato centinaia di modelli, abbiamo selezionato per i nostri lettori i 5 migliori modelli presenti sul mercato. Eccoli a confronto:

Clicca sui modelli per vedere i prezzi delle stampanti 3D.

Modello

Dimensioni e peso

Voto

Prezzo

58,4 x 45,7 x 45,7 cm ; 13 Kg

CTC Bizer

60 x 52 x 40 cm ; 12 Kg

Sharebot Kiwi-3D

31,5 x 33 x 35,5 cm ; 10 Kg

Flashforge® Creator Pro

48,5 x 33,5 x 40 cm ; 18 Kg

33,5 x 48,5 x 40 cm ; 9 Kg


Cosa sono le stampanti 3D?

Intanto le stampanti 3D, come dice il nome stesso, sono vere e proprie stampanti che lavorano non più sulle due dimensioni della carta, ma sulle 3 dimensioni, creando oggetti che hanno uno spessore ed occupano uno spazio. Non si tratta quindi di effetto tridimensionale, ma di vera e propria tridimensionalità.

​Per capire cosa sono le stampanti 3D e per scoprire se possono tornarci utili, facciamo un piccolo esempio.

esempio stampante 3D

Nella normale stampa 2D, se vogliamo dare l’effetto di profondità ad un oggetto, pensiamo ad un semplicissimo cubo, dovremo utilizzare la prospettiva, che permette di disegnare in due dimensioni dando l’illusione della terza dimensione. Con una stampante 3D, che è un vero e proprio mini robot, il prodotto della stampa dal modello di un cubo sarà invece un oggetto tangibile, un vero e proprio cubo.

Il modello 3D viene infatti seguito in modo da creare, strato dopo strato, l’oggetto rappresentato partendo dalla base. Questo procedimento, che viene chiamato processo additivo, permette di trasformare in un oggetto reale qualunque modello tridimensionale ed è la tecnologia più diffusa nelle stampanti 3D. i materiali utilizzati sono sostanze termoplastiche o di tipo metallico, che vengono riscaldate e posizionate via via sull'oggetto da creare.​

Esiste anche un altro tipo di procedimento, ovvero la modellazione a deposizione fusa. In questo caso vengono utilizzati ugelli riscaldati per alzare la temperatura del materiale prima di depositarlo. I materiali utilizzati con questo tipo di tecnologia sono filamenti plastici o metallici.​


La migliore stampante 3D

Ma quale è la migliore stampante 3D? Certamente per un uso non industriale, le stampanti 3D di tipo additivo sono le più indicate, sia per i costi che per la facilità di reperimento dei materiali da utilizzare. La modellazione pressofusa, che richiama molto da vicino la creazione di modelli per la fusione di prodotti industriali, è sia come costi che come particolarità abbastanza specifica, destinata più all’industria ed alla modellazione di componenti meccaniche che non di oggettistica.

Abbiamo selezionato tra diverse decine di stampanti 3D presenti sul mercato 5 specifici modelli. Il range dei prezzi varia da alcune centinaia di euro a poco più di mille. Per usi professionali ci sentiamo di consigliarvi il primo modello indicato che offre una qualità superiore ed affidabilità indiscusse. Ecco la nostra lista:

  1. Flashforge® Creator Pro​
  2. Dremel 3D Idea Builder
  3. Zortrax M200
  4. Sharebot Kiwi-3D

Stampante 3D Prezzo

bimbo guarda stampante 3D

Con la rapidità dello sviluppo tecnologico caratteristica di questi anni, le stampanti 3D possono essere oramai considerate alla portata anche dei privati e delle piccole aziende, non solo delle grandi industrie.

I costi delle stampanti 3D sono ovviamente molto variabili, ma è possibile trovare sul mercato anche stampanti 3D di buona qualità ad un costo che si aggira anche al di sotto dei 1000 euro. Teniamo comunque presente che, come sempre capita con le innovazioni, anche il prezzo delle stampanti 3D è destinato a scendere con il passare degli anni.


Stampanti 3D Economiche

Certamente esistono stampanti 3D economiche. Con questo non si intendono stampanti di scarsa qualità, ma semplicemente stampanti che hanno una risoluzione inferiore. La scelta di una stampante 3D economica può essere un ottimo modo per acquisire conoscenza con il prodotto ed esplorarne appieno tutte le possibilità.

Questa in basso ​è la nostra scelta come migliore stampante 3D economica.

CTC Bizer Stampante 3D

CTC Bizer

Un ottimo compromesso nel rapporto qualità-prezzo, è offerto dalla CTC Bizer che offre una qualità davvero vicina a quella delle più costose stampanti 3D, per metà del prezzo. Se cerchi la prima stampante 3D per iniziare, questo è il prodotto che stai cercando.​


Come funziona una stampante 3D?

Interno di una stampante 3D

Il funzionamento di una stampante 3D a processo additivo, ovvero quello maggiormente utilizzato per le stampanti in commercio, è semplicissimo. Il materiale viene riscaldato e posizionato, strato dopo strato, sulla base di lavoro, fino a formare via via i contorni, fisici, dell’oggetto da stampare.​

Nelle stampanti industriali il processo è molto simile, ma spesso dopo ogni passata di materiale, viene utilizzato uno strato fissativo prima di passare alla fase successiva.

Il materiale, a base metallica o termoplastico, si raffredda e si solidifica all’interno del box di lavoro, fino alla completa riproduzione del modello 3D desiderato.​


Esempi ed usi della stampa 3D

Dopo aver visto cosa sono le stampanti 3D, come funzionano e se esistono stampanti 3D low cost, dovremmo avere oramai una idea chiara del loro utilizzo, ma certamente vedere qualche esempio di applicazione può tornare utile e può fornirci anche preziose idee fai da te.

Inizialmente nate in ambito industriale, per l creazione di prototipi, le stampanti 3D hanno eliminato, di fatto, la necessità di creare un costoso stampo per ciascun singolo pezzo, stampo che poi, in caso di successive modifiche al pezzo, non è più di alcuna utilità. La creazione di modelli 3D con una semplice stampa, velocizza il lavoro dei progettisti e permette di toccare subito con mano il modello che è in fase di sviluppo, offrendo anche la possibilità di evidenziare pregi, difetti ed eventuali migliorie che, dal solo modello virtuale, spesso non si evincono in modo così diretto.

Ma la creazione di prototipi tramite stampante 3D non è più limitata all’ambito industriale, tanto che esistono online diversi siti in cui chi possiede questo tipo di stampante può sia cercare modelli 3D di suo interesse, sia condividere i suoi personali disegni.

Si possono creare giochi, bottoni, loghi, decorazioni per le festività, soprammobili, semplici oggetti decorativi, oppure oggetti utili come ad esempio portaoggetti. L’unico limite è dato dalle dimensioni della stampante scelta.

Una applicazione interessante e per molti versi ancora unica, è quella di Iris van Harper, la stilista svedese che crea i modelli per le proprie sfilate utilizzando una stampante 3D.

Stampante 3D: Prezzo, Recensioni ed Offerte [2018]
4.8 (96.36%) 11 voto[i]
Le prospettive per l’utilizzo delle stampanti 3D sono sempre più numerose: anche la creazione di modelli utilizzabili in ambito scolastico è fattibile con grande velocità e nelle dimensioni più diverse.

Le stampanti 3D hanno in molti casi sostituito la necessità di creare stampi, uno per ciascun formato desiderato: possiamo stampare una serie di oggetti in scala, avendo la certezza che ciascuno sarà esattamente identico all’altro, e che quel che cambia sono solo le dimensioni.

In futuro, saranno disponibili sempre più materiali da utilizzare, il che permetterà la creazione di oggetti sempre nuovi: l’unico limite sarà la nostra fantasia.​

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *